11 Mag 2017

La crisi in Italia si sente ancora e per le aziende resta ancora un rischio investire. L’eccezione proviene da alcune aziende manifatturiere del centro-nord Italia: Pelliconi e Prophos Chemicals.

La prima è riuscita a vincere la crisi anche grazie alla spinta provenuta da alcune multinazionali che, come è noto, hanno una forte presenza internazionale. Pelliconi collabora con aziende del calibro di Coca Cola, Nestlè e Carlsberg in Egitto, negli Stati Uniti e in Cina e adesso sta lavorando ad una acquisizione in India. Il tutto reso possibile ponendo molta attenzione alla ricerca e all’innovazione perché anche se i tappi per bottiglie sembrano essere privi di tecnologia sono comunque prodotti che si evolvono, e come tali vanno seguiti.

Il core business di Prophos Chemicals ruota intorno al fosfato monammonico. L’azienda è riuscita a costruire un impianto per la produzione di fertilizzanti microgranulari prima dell’approvazione delle nuove leggi su una minore dispersione dei fertilizzanti, guadagnando così un notevole vantaggio competitivo.

Sfruttare tutte le risorse a disposizione e farlo bene e aprirsi a nuove idee e nuove competenze è la chiave per la ripresa delle aziende.