28 Mar 2020
analisi quantitative

Per una corretta analisi di mercato, per individuare i segmenti di pubblico, i meccanismi di acquisto di un servizio o di un prodotto, la concorrenza ed i rischi di una determinata attività business, occorre disporre delle metodologie adeguate atte a valutare il mercato in termini di quantità e di qualità, definendo allo stesso tempo il volume e il valore del mercato di riferimento. Per questo motivo è innanzitutto necessario svolgere delle specifiche analisi quantitative di mercato assieme ad analisi di mercato di tipo qualitativo.

Analisi quantitative o analisi qualitative?

Nel campo delle indagini di mercato è molto facile, ma non bisogna, fare confusione tra analisi quantitative e analisi qualitative. Le analisi quantitative di mercato analizzano dati numerici e statici per misurare statisticamente o demograficamente un contesto, mentre le analisi qualitative analizzano dati qualitativi quali ad esempio le motivazioni, i gusti e il grado di soddisfazione del target di riferimento.

Fermo restando che ambedue le tipologie di dati sono imprescindibili per una corretta indagine di mercato, per sviluppare una strategia di marketing vincente bisogna tuttavia saper comprendere bene come combinare e far convergere tra loro i risultati ottenuti da ambedue le tipologie di indagini.

Caratteristiche delle analisi quantitative

Le analisi di mercato di tipo quantitativo per l’appunto vanno ad analizzare, attraverso dati statistici, la misura di un determinato mercato o segmento di mercato. Possiamo ad esempio analizzare quantitativamente il nostro target di ricerca suddividendolo per categoria in base a:

1. Il potenziale cliente:

  • età
  • genere
  • stato sociale
  • provenienza
  • reddito
  • lavoro

2. Il prodotto

  • costo
  • fascia di prezzo
  • vendite
  • resi

3. I competitors

  • prodotti venduti
  • fascia di prezzo 
  • numero fornitori

Come ottenere i dati per una analisi quantitativa

Vi sono diversi modi per ottenere i dati per una indagine quantitativa. Tra questi possiamo elencare, tra i principali strumenti a disposizione, le interviste realizzate con l’utilizzo di un questionario cartaceo o digitale, ovvero:

  • Le interviste individuali
  • Le interviste di gruppo
  • Le interviste telefoniche
  • Le interviste via internet

Assieme alle interviste face to face o tramite call center possiamo citare diverse altre metodologie di ricerca come l’osservazione diretta o indiretta da parte di un ricercatore e il sondaggio a campione.

La analisi qualitativa

Per fare il punto sulle analisi qualitative occorre un capitolo a parte; al momento ci soffermiamo dicendo che l’obiettivo di questo tipo di analisi, a differenza delle analisi quantitative, è quello di elaborare dati di tipo esperienziale e qualitativo. Quali sono i criteri di scelta del cliente? Perché il cliente acquista questo o quel prodotto o servizio? Il cliente, come e dove acquista principalmente il prodotto? E via dicendo.

Solitamente ottenute attraverso una serie di domande aperte o discussioni libere, le analisi quantitative hanno come obiettivo l’acquisizione di dati inerenti i comportamenti oppure lo stile di acquisto del cliente. Il ricercatore in questo caso ha il compito di formulare ipotesi che verranno poi accertate incrociandole con i dati ottenuti dalle analisi quantitative.

L’Istituto B&C – Ricerche di Marketing dispone di una rete di migliaia di intervistatori su tutto il territorio nazionali oltre a numerose postazioni call center per ogni tipo di analisi di mercato. Contattaci per una consulenza senza impegno!